Il mondo è cambiato

Chiuso nell’isolamento sociale necessario ad affrontare questa difficile crisi sanitaria, si riflette su tutto ciò che è stato prima, su come affrontare le giornate e su ciò che ci aspetterà a breve.  In questa difficile situazione ci si barcamena tra molteplici pensieri, sensazioni ed emozioni, che si danno il cambio…

Continue reading

Arrampicare o scalare, sono la stessa cosa?

Arrampicare o scalare, sono la stessa cosa? Sin dalle prime esplorazioni verticali, la capacità di muoversi in questa dimensione, ha messo in evidenza quanto le qualità fisiche dello scalatore ricoprissero un ruolo complementare a quelle ben più importanti attitudini mentali. Ma mentre queste fossero difficilmente assimilabili e quindi innate e…

Continue reading

Beatrice e Pan di Zucchero

Pan di Zucchero o Concali su Terràinu (nome locale originario), è quell’isolotto/scoglio che sin dai primi tornanti lasciata la spiaggia di Fontanamare in direzione Nebida, mostra i suoi lineamenti dal carattere austero e allo stesso tempo affascinante. Questo fazzoletto di terra staccato dalla costa da appena 300 metri di mare,…

Continue reading

Domusland, una nuova area boulder

Se parliamo di arrampicata sportiva nel sud ovest dell’isola, la località più nota e conosciuta anche al livello internazionale, questa è sicuramente Domusnovas. Circa 1000 vie distribuite in una quarantina di settori, un vero e proprio paradiso calcareo per gli specialisti della falesia. In quasi trentanni di frequentazioni sembrerebbe che…

Continue reading

Dinamismi e Dinamicità
Una peculiarità motoria del free climbing

Nel 1914 George Mallory, diede una lapidaria definizione del perché dell’arrampicata, infatti alla domanda: – Perché vuole scalare l’Everest? lui rispose semplicemente: – Perché è lì! Partendo da una così disarmante, definitiva ed esaustiva risposta sulle motivazioni di fondo che ci spingono ad arrampicare, ci si può concentrare su tutto…

Continue reading

Gli altri siamo NOI
Pericoli occulti del climbing

L’arrampicata è uno sport pericoloso se praticato senza la piena consapevolezza dell’attività che stiamo svolgendo. L’attenzione deve essere ben bilanciata tra pericoli oggettivi, strettamente legati all’ambiente dove si pratica e pericoli soggettivi, direttamente dipendenti dal fattore umano. Anche se l’arrampicata moderna può contare su attrezzi (corde, rinvii, assicuratori, caschi etc)…

Continue reading